lunedì 7 dicembre 2009

Capitolo CXXXXV: Sometimes they come back

Rieccomi a voi, miei cari 25 lettori (quanto amo questa citazione). Come dicevo in un post precedente avrei dovuto dirvi di piu del perche' sono andato in Italia e ci sono rimasto per 5 settimane. Ma onestamente e' stata talmente una storia strana e imbarazzante che faccio finta che non sia capitato, se non per il tempo molto piacevole passato con molti di voi. Io e Teresa siamo tornati a Pittsburgh con qualche kilo in piu e ci siamo rituffati nel piacevole inverno della Burgh: di neve per ora solo qualche indizio ma il freddo tagliente si fa gia sentire.
Ma ovviamente la casa nuova tiene banco: il bagno (fotografia a lato presa qualche ora fa) dovrebbe essere magicamente pronto domani sera, beh diciamo Mercoledi' e nel weekend si fara' il trasloco.
Siamo anche noi finiti in mano ad un contractor: il classico tutto fare italiano/americano che avrebbe dovuto fare il bagno in un giorno ed invece la tira alla lunghe da almeno 10 di giorni: a sto punto speriamo di averlo pronto e come piace noi.
Considerazione generale che viene sui contractors: ce ne sono di due tipi. I bravi, carissimi e che devi corteggiare soltanto per farti fare un preventivo ma che poi se li ingaggi ti fanno tutto in tempo, in modo pulito e mentre ci sono ti preparano la cena. E poi ci sono gli altri: piu economici (ma non troppo) che devi rincorrere alle ore piu strane, che devi chiamare ogni giorno per qualcosa che non va e che ovviamente non rispettano i tempi. Il risultato e' lo stesso alla fine...ma quanta fatica.
Torno a fare scatoloni....a presto con le foto dall'interno


7 commenti:

Anja ha detto...

finalmente!! ben tornato!

Fabrizio Cariani ha detto...

interessante la storia dei contractor!!! ma alla fine conviene comunque corteggiare quelli bravi? e poi come fai a sapere dall'inizio che sono bravi? chiedi a qualcuno? guardi su yelp?

camu ha detto...

Ah i contractor... meglio perderli che trovarli :) Anche noi abbiamo rifatto il bagno nella casa nuova, e ti capisco benissimo!

Anonimo ha detto...

ciao lele!
caspita, alla fine non ci siamo più visti!!!la scorsa settimana abbiam fatto la nostra prima ecografia: che emozione!saluti dal pupo e buone feste!

Anonimo ha detto...

...che sciocca non mi son firmata...sono mari!

elfonora ha detto...

L'importante è che tutto sia finito alla meglio e che riuscito a tornare a "casa"!...il resto si risolverà, con un po' di pazienza....

Emanuele Cauda ha detto...

E' bello vedere i vostri commenti. Sinceramente bello essere di nuovo in pista.

Anja: il tuo primo commento mi strappa un sorriso. Grazie

Fabrizio: a sto punto penso di poter dire che quelli che non trovi mai al telefono e che e' difficile beccare e prenotare sono i piu affidabili. Poi il lavoro lo fanno tutti.

Camu: bello essere nella stessa barca. Se ne puo uscire almeno.

Mari: in bocca al lupo sorella.

Elfonora: Benvenuta. L'esperienza in Italia ed in genere mi ha insegnato a mettere priorita' ai problemi. Tutto si risolve poi piano piano.