martedì 11 novembre 2008

Capitolo CIV: Girare con Teresa


Qualunque esemplare maschio che abbia sperimentato una passeggiata in giro per la città con un neonato o per lo meno con un bimbo con meno di 4 mesi, conosce la sensazione di cui parlerò in questo post. Che poi il bimbo non fosse suo cambia relativamente poco.

Sai, magari stai facendo la spesa al supermercato, oppure due passi al parco, oppure semplicemente un giro per un mercatino dell'usato ed hai tutti gli occhi delle donne addosso. Magari non hai neanche il passeggino ma la tua piccola, in questo caso Teresa, dorme serafica nel marsupio sulla tua pancia e la sua faccina spunta un pochino.
Ecco ti vedi sorridere e ti dici....wow faccio colpo in sto periodo. E poi invece mica sei tu quello a cui sorridono ma alla piccola occupante davanti a te. Poi ti fermano, ti intimano di fermarti per parlarti (che sogno per un uomo non dover fare nulla per approcciare) ti chiedono informazioni (beh qui quasi sempre le stesse, che fantasia) pensano a voce alta...che papà esemplare !!!! e poi ti lasciano sognanti della tua bimba.
Anche gli uomini si fermano, ma soprattutto se sopra i 60 o 70 ...età nonnesca. Invece le donne si fermano quasi tutte con poche eccezioni: queste eccezioni sono le più interessanti. Non si ferma la donna in carriera che di figli non ne vuole sapere anche se quella indecisa magari ti degna di un sorriso di lato, con la coda dell'occhio.
Non si ferma mai la donna che pensa che tu sia in giro con una bimba con l'unica scusa di baccagliare: questa quasi ti schifa e fa finta che la bimba non esista. Esagerata.
Non si ferma quasi mai la donna sportiva ...quella che fa jogging ogni giorno. Ovviamente non si fermano sotto i 17 anni che non vedono neanche il fagiolo sulla tua pancia.
Per il resto è tutto un bloccarti etc etc etc.
Ecco tutta questa manna dal cielo sabato mi ha fatto arrivare alla saturazione. Eravamo ad un mercatino di bancarelle di artisti: possibilità di trovare cose carine, fare foto, fare regali di natale in proiezione. Ad un certo punto ho detto a Fra: " Basta, non ce la faccio più....mi guardano tutte !!!!"
Overwhelmed è la parola in inglese più adatta. Ed il suo significato ha un eccezione temporanea: nel senso che la sensazione di troppo pieno (in questo caso di sguardi) può passare con un poco di solitudine in casa.
E poi si è di nuovo in strada alla Mel Gibson ;)
A proposito...devo andare

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Innanzi tutto voglio fare una precisazione sull'età nonnesca che nel caso di mamma e mio e al di sotto di quella soglia.
In merito all'effetto super mercato devo dire che è vero perchè a Pittsburgh avevo la fila di madame che curiosavano nella carrozzina, dove la principessa dormiva serenamente.
Considerata comunque la mia età anche se non veneranda devo dire che non ho fatto tutte le tue distinzioni ...... sono riuscito ad instaurare un discreto dialogo in americano con tutte, sebbene il termine più ricorrente fosse nice o beatiful riferito però a Teresa.
Ma in tutta sincerità avrei proprio voluto vedere il contrario con quella pulcina vicina.
ciao un bacio a tutti e due a pupetta.
Pa

Santiballor ha detto...

dai non essere esasperato, è come portare il cane al parco, tutte ti baccagliano...
un abbraccio
jack

Anja ha detto...

questa è una call for application da parte di babysitter maschi? :D quasi quasi vi spedisco il mio cognatino a pittsburgh! un abbraccio

Luis ha detto...

Laura ha paura dei danni che posso fare con Leonardo in giro... non vedo l'ora...

Anonimo ha detto...

A vedere il sorriso di Teresa ... la nostalgia per voi è davvero tanta! a presto.... magari in qualche angolo del mondo...

Chiarè ha detto...

E Lele è sempre lui...inutile che fai l'affaticato,baccaglione!!!:-D Ciao Lele,ciao Fra,ciao Tere,ci mancate!!!