mercoledì 11 marzo 2009

Capitolo CXVIII: Teresa, piccola gourmet



La piccola Teresa, che ormai tanto piccola non è mica più, sta lasciando gradualmente il latte di Fra per passare ai cibi solidi. Chi ha a che fare, o ha avuto a che fare di recente, con bimbi piccoli, molto piccoli, sa bene che il passaggio alle pappette è un misto tra orgoglio di genitore, divertimento per il cibo sparso ovunque, graduale distacco dalla tetta e scervellamento collettivo per capire cosa dare da mangiare al piccolo urlante che vuole avere qualcosa....e averlo in fretta.
Come ho detto è un divertimento unico vedere le facce della Teresa ai nuovi gusti, la sua innata fame profonda che richiede un cucchiaino in più, il cibo su faccia, vestititi, bavaglino (in inglese bib), maglietta del papà e della mamma che passava lì per caso, e per terra.
Abbiamo imparato leggendo in giro publicazioni scientifiche ed altro, che Teresa può mangiare pian piano quasi tutto: si deve evitare miele, burro di arachidi (e chi lo vuole) e cibi troppo complessi...ma per il resto un alimento alla volta può essere introdotto, ovviamente ben frullato.
E così che la nostra si sta facendo un palato niente male: questa sera ad esempio si è strafogata con un piatto di passato di verdura con broccoli, porri e patate con un dessert, sempre in forma di puree, di more e banana. Nel suo menu' settimanale abbiamo anche pesce, sempre con patate e zucchine, manzo bello magro, residuo di un bollito cucinato da Fra (da far resuscitare i morti), e tanto altro. La nostra stranamente va matta di prosciutto cotto e piselli ....che strano.
La banana l'adora ma anche l'arancia, malcapitato una sera vicino alla sua bocca, non la lascia indifferente ..anzi.
In molti penseranno che potremmo comprare le pappe pronte: in realtà non è una fatica enorme far bollire un po' di roba ogni tanto, passarla al pimer e poi metterla in frigo negli appositi contenitori mini che Fra ha trovato su internet...e oltretutto siamo sicuri che non ci sia altro dentro.
A sì....dimenticavo le ultime entrate: lenticchie e peperoni e cavolfiore e formaggio grattuggiato ...
Che dite la stiamo educando bene ???

4 commenti:

Alessandro ha detto...

Ciao Lele sono Alessandro.Fate benissimo a farle le pappe "homemade" .. anche io ormai un trentennio fa venni cresciuto senza roba pronta. Molti miei amici che sono diventati genitori nell'ultimo anno stanno facendo come voi, e quando capiterà anche a me e alla mia compagna, penso proprio che ci uniremo a tutti voi. Se non altro, dovrete pur portare in alto il vessillo della cucina italiana, dico bene? Lasciate agli altri il burro d'arachidi e altri intrugli .. fate sentire Teresa come se stesse mangiando in Italia, penso proprio che ve ne sarà grata!!

Fabrizio Cariani ha detto...

ehehehe c'e' da sperare che resti cosi' onnivora!

margherita ha detto...

bravi! se volete passare anche da casa mia con le piccole porzioni già pronte io mi accontento anche di mangiare quello che mangia la teresa :-)

a parte gli scherzi bravi che ce la crescete sana anche se americana!

Baci Marghe

LaSaretta ha detto...

Ciao..sono Sara,capitata su questo blog "per caso".Cercavo spezzoni di vita vissuta da italiani in America,e sono approdata a voi,e vi ho letti in questi due anni e spiccioli tutto d'un fiato..
Sto prgettando di passare l'estate 2010 in America a lavorare,e cercavo commenti di posti dove andare..voi cosa mi consigliate?
Sara