domenica 20 luglio 2008

Capitolo LXXXXI: Istruzioni per una pupina


La piccola occupante ancora in incognito si sta prendendo spazio: nel letto siamo decisamente in tre e ciò induce all'uso di ventilatore di notte.
Ieri sera (foto documenta) abbiamo fatto il primo bucato pupetta di tutto il suo attuale corredo, che non è di poco conto.
La casa si sta riempiendo di culla, passeggino, bacinella ergonomica per i bagnetti ....si sta prendendo il suo spazio ancor prima di nascere.
Ma è giusto così.
E perciò anche il blog le riserva un post, ovviamente alla sua maniera. Raccontandovi, su richiesta incrociata su un altro blog, di qualche chicca dei corsi prenatali fatti al nostro ospedale: in sequenza breast feeding, parto, baby care (cioè come tenerla in vita).
I corsi sono stati professionali, completi ed interessanti. Ma questo a voi interessa poco ....volete la polpa.
Bene allora concentriamoci sull'ultimo cioè babycare.
Corso di 3 ore filate ed iniziato con il classico.....ora voi conoscete me, adesso voglio conoscere voi, frase dell'insegnante metà Martha Stuart metà Raffaella Carrà.
E così ci facciamo subito conoscere per non aver fatto la baby shower (festa pre natale per ottenere soldi e regali) ma che pensiamo ad una presentazione della bimba in stile più biblico. Poi facciamo presente a tutti che siamo italiani...aaaaaaa....capiscono.
Il corso si snoda tra momenti ilari e drammatici e la nostra insegnante-nurse riesce a tenere, da consumata attrice con 4 dita di trucco, la sua platea in un altalena tra questi due stati....da Oscar. Ci parla di eventi traumatici capitati a bambini lasciati soli per pochissimo in situazioni non 626, poi inscena un ipotetico cambio pannolino con bagnetto ad un bambolotto di 5 giorni con tutti i "biribi....you are such a good boy"....
Si trasforma poi in Giletti per parlarci delle prese elettriche troppo in vista e in una attivista contro il lavoro minorile in Cina per la costruzione di giocattoli oltretutto dannosi ai nostri pargoli....è una trasformista meglio di Brachetti.
La sua esagerazione per eventi che possono capitare in casa e fuori e il tono da "voi non sapete come si tiene un bambino....io sì!!!" toccano in modo irritante sicuramente il mio ego e mi fanno provare compassione per i figli dell'attrice, ed i figli dei figli. Ha invece sicuramente ragione e l'attenzione non viene distolta.
Ci ha fatto piacere notare invece come ha sistematicamente distrutto convinzioni consumistiche americane: cremina, unguenti vari, inutili se non ci sono le piaghette, molto meglio l'acqua per lavare il di dietro; Vestitini devono essere comodi e pratici per evitare di togliere tutto durante il cambio notturno di pannolino.
Evitare di comprare di tutto subito che tanto dopo due mesi alla pupa non va più nulla.....e via dicendo.
Giocattoli e sovrastimolazioni degni di Einstein sono esagerati e si arriva a bimbi stressati gia al tempo dell'asilo.

Siamo pronti.....

vi faremo sapere !!!

Lele

P.S. ho risposto ai vostri commenti nel post precedente. Sono un poco lento in sti giorni ....speriamo non peggiori con la pupa.
P.P.S. e se ci esce un pupo ?????

10 commenti:

Anja ha detto...

Eccomi pronta a leggere il post :). Dopo questa esperienza secondo me siete prontissimi per mettere in piedi la vostra versione del corso e replicarlo anywhere in the word mischiando saggezza us e italica. Poi sta cosa del baby shower senza baby praticamente... boh non la capirò mai.
Peò in definitiva mi pare una cosa bella. Ma ste cose in Italia le orgnizzano?

Fabrizio Cariani ha detto...

scena molto buffa. io alla mia prima baby shower made in USA ci ho messo ore a capire perche' festeggivamo per una bambina ancora non nata.

Anonimo ha detto...

bravi ragazzi! ma arriva la marghe?
raffaella

nonsisamai ha detto...

secondo me pero' siete ancora in tempo per il baby shower. come dice anja, ci vuole il baby! :)

auguroni!!

Emanuele Cauda ha detto...

Dai dai sicuramente il babyshower e' una bella cosa, non voglio sempre fare il contestatore...soltanto che viene presentato troppo come una lista nozze (cosa che non sopporto anche) piu' che qualche pensiero. Nei negozi ti fanno la lista shower apposta. E' troppo. Che poi se qualcuno ha qualcosa da darti, mica aspetta lo shower!!!E il suo significato arriva proprio da li'...l'aiutare due genitori in erba.
E poi visceralmente non concepisco una festa senza il festeggiato, o meglio, con il festeggiato ancora incognito di esserlo. E se le cose sono poi piccole ??? E qui si mettono in testa che e' femmina e ci prendono tutto rosa confetto (accuratamente evitato ...vedi foto). Deciso deciso....ci vuole il baby per la festa !!

Raffa: Il comitato di preparazione feste dovrebbe atterrare Giovedi' sera all'international Pittsburgh airport !!!

Anonimo ha detto...

sicuramente non te ne ricorderai, anche noi abbiamo festeggiato, qualche sera prima della nascita di valli, mangiando ancora in santa pace un buon budino!!!ricordo che tu eri seduto sull'ultimo scalino dello sgabello bianco..... mamma

Luis ha detto...

Che ridere se poi la pupina ha il "ciciolo"...

Anonimo ha detto...

ciao, vediamo che ormai siete caldi come direbbe la vostra ormai compaesana... mooooooooltoooooo bene!
Per la festa al baby senza baby confermo la tua perplessità, mi sembra un po' triste e troppo consumistica (però da bi-papà devo dire che trovarsi un po' di cose utili -magari non doppie o triple-prima della nascita potrebbe non essere male) ma alla fine non mi convince lo stesso.
Invece riguardo al corso pre parto ci sono anche in italia ma direi molto meno scenografici e allarmanti. Anzi puntano molto sulla naturalezza e l'istinto di mamma e papà (che aggiunta ad un po' di razionalità mi sembra il metodo migliore).
Domandona: ma tu assisterai al parto?

Infine parliamo di case, la casetta ha il suo fascino (io sono preso o da case molto moderne oppure da dimore 'storiche', non amo le vie di mezzo...). Un solo consiglio: non esagerare con l'eventuale prato. Un bel prato necessita di cure quasi più di un neonato... (dai scherzo ma poco ci manca, sennò poi vedi i tuoi vicini)

Un bacio a tutti e tre!
Paolo, Enrica, Seba, Matte

Emanuele Cauda ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Emanuele Cauda ha detto...

Mamma, il budino lo ricordo lontanamente ma ricordo i racconti molto bene.

Gigi....se esce il ciciolo....siamo stati neutri con i colori e forme dei vestiti.Beh quasi per tutto....sbaglio ???? ehhehehehe

Allegra comitiva Roppolese, fate poco i furbi da esperti del settore. Sulla festa mi pare non ci siano molte discussioni, per quanto ci siano ancestrali buoni motivi.
I corsi sicuramente qui sembrano delle serie televisive con pause ad hoc per le risate registrate. Deliranti.
La casa.....qui siamo molto per la vecchia casa, magari con il negozietto sotto dove installare una tavola calda e mettere pupetta a servire ai tavoli fin da subito. Che si renda partecipe dell'economia familiare dopotutto !!!!!
Saluti a tutti i residenti al lago