giovedì 25 settembre 2008

Capitolo XCVIII: Discriminazione per bimba

Ieri sera per la prima volta siamo stati discriminati in quanto portatori sani di bimba.
Ecco il fatto nudo e crudo da blog verità:

Gli amici ci fanno sapere che sarebbero andati in un pub con deck (terrazza) all'aperto e siccome il tempo era caldo e la serata piacevole decidiamo di raggiungerli tutti e tre insieme. Eravamo gia andati nello stesso pub tutti e tre insieme qualche settimana fa : qualche birra, un qualcosa da mangiare e poi via di corsa a casa per far mangiare anche la piccola Teresa.
Bene, ieri sera appena siamo arrivati la cameriera gentilissima ci fa sapere che non possiamo rimanere in quanto è appena entrata in vigore una legge che nega ai minori (fino a che età non abbiamo capito) di calpestare il suolo di un locale pubblico in cui si possa fumare.
Ai Doc's si può fumare e quindi non ci potevamo fermare e dovevamo andare via.
Premetto che non penso minimamente di esporre Teresa al fumo di sigaretta in modo gratuito e per questo eviteremo sicuramente posti chiusi in cui si può fumare quanto più possibile. Sono anche un grande fan della legge italiana che vieta di fumare in locali chiusi...beh avete capito quale legge.
Ma in questo caso si trattava di un deck, di una terrazza in cui l'unico tavolo occupato eravamo noi (notate era Mercoledi' sera) e nessuno avrebbe fumato. In pratica l'aria sarebbe stata meno inquinata che una camminata in passeggino, giusto altezza gas di scarico.
Ma qui tutto girà per responsabilità.....e se poi esce che il bimbo ti prende qualcosa, un asma o qualcosa di peggio...tu puoi mettere sotto causa il locale, e la proprietà privata in cui lei ha respirato il fumo.
Siamo rimasti allibiti perchè non ci viene permesso di essere noi a decidere per la nostra Teresa. Se il fumo fa male, fa male ...ed allora vietate di fumare a tutti e per il bene di tutti i non fumatori e non solo i minori. Ovviamente non lo faranno perchè chi va sbronzarsi (assolutamente legale distruggersi il fegato come fanno molti collegiali) vuole anche trasgredire con una bella sigaretta....altrimenti cambia locale.
Perfetto. Domani andremo allora da McDonald...dal simpatico clown che vuole bene a tutti i bambini e organizza per loro tante belle feste. Ed il cibo mica fa male....
Qui sotto tutti i galleggiano, ricordate ?

A presto !!!

Lele

5 commenti:

Teo ha detto...

eh, la discriminazione bimbo è teribbile :D
Non so li' da voi, in quel paese cotanto civile, :) qui da noi abbiamo avuto ottime :| esperienze tentando di andare in tram in degli uffici pubblici col bimbo piccolo...

camu ha detto...

Ti dirò, secondo me il fatto che facciano rispettare la legge non è male, e non è discriminazione. Sarebbe come dire, per paragone, che la legge che proibisce l'uso di stupefacenti in Italia è sbagliata, e che ognuno deve essere libero di decidere per se stesso e per la propria salute :-)

Luis ha detto...

Portatemi le arance, ho idea che da fine ottobre qualche sganassone partirà...

Anonimo ha detto...

ciau lele...poche news entusiasmanti...la piccola è proprio bella chissà se a dicembre vi rivedrò?bacio Mari

Emanuele Cauda ha detto...

Teo....inizieremo a scoprirlo giorno dopo giorno.

Camu: forse la parola discriminazione era troppo forte ma dave l'idea.
Ho controllato la legge: la Pennsylvania ha dichiarato guerra al fumo e la cosa non può che farmi piacere. Quello che ancora non accetto è il concetto di bandire le cose a metà senza lasciare discrezionalità al genitore.
Esempio dell'alcol: fino ad una certà età se beccano un genitore dare da bere un bicchiere di vino al figlio possono denunciarlo. Il giorno dopo il figlio può sbronzarsi quanto vuole. Ci vuole una via di mezzo.

Gigi....vedrai vedrai ....è stupendo

Mari...cerchiamo cerchiamo di fare quello che possiamo. Un abbraccio forte forte