lunedì 23 febbraio 2009

Capitolo CXVI: The soup contest and Roller Derby Demon


Miei cari guys questo fine settimana si è deciso di modificare il monotono e rituale Sabato (pulizie, spesa etc etc) per lasciarci trasportare da quello che la città proponeva. Frase generica ma d'effetto. Stop.
Come premessa posso dire che se mai mi chiedessero di portare qualcosa via dagli Stati Uniti culinariamente parlando, risponderei senza esitazione, la zuppe: come ho gia avuto modo di dire (vedi Clam chowder) sono buone, varie, saporite, con ingredienti poveri ma genuini.
Fatta questa premessa dovete sapere che Sabato all'ora di pranzo si è svolta la quinta edizione della Soup contest, una gara di zuppe. Un evento benefico, il ricavato dei biglietti è stato devoluto alla Food Bank, che si è svolto a South Side, nota zona alternativa e di sera modaiola della città. Interessante come è stato organizzato l'evento: i vari ristoranti della zona hanno preparato le zuppe, la quali venivano servite da altri negozi della zona che con il cibo hanno nulla a che fare. Un modo simpatico e furbo per creare comunità, far conoscere negozi e posti nuovi e stare all'aria aperta. Dico aria aperta perchè c'erano lunghe code fuori da ogni stand/negozio proprio come alla Sagra della Sagre di Asti. Le zuppe erano tutte sopra la media, la quantità da rivedere (una coppetta di quelle da gelato da 1000 lire di un tempo) ma l'idea veramente riuscita. Lo scorso anno hanno raccolto 7000 $ che non fanno mai schifo; quest'anno dopo mezzora i biglietti erano gia tutti andati (io li avevo comprati qualche settimana fa online....furbo).
Ma il Sabato almeno per me non è finito. Tornati a casa e raccolta la fedele macchina foto sono andato a vedere un evento sportivo particolare: un Roller Derby. E' un sfida a pattini a rotelle tra due squadre femminili in un palazzetto. Le due squadre si sfidano girando attorno ad un ovale. Non chiedetemi le regole....ho capito ben poco (ho finalmente capito chi vede il baseball per la prima volta). Quello che mi è piaciuto è stato il mio pass di "Media Staff" per poter fare fotografie da vicinissimo (a breve online) e le giocatrici, truccatissime, con vestiti sgargianti e pazze...ma veramente pazze.
Vi metto il link al sito di wikipedia per le regole e capire di cosa stia farneticando.
A presto

Lele

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Adesso lo chiamano Roller Derby.....
Si inventa di tutto per vedere le donne da vicino!!!!
Anche il pass della stampa!!!!!!
Allora ti aspetto alle mie partite...
Ciao Il morto

Anonimo ha detto...

non ci si annoia mai dalle tue parti
io magari mi accontento di vedere il mago...
jack

Luis ha detto...

Ma quante belle attività che fai, sono proprio curioso di vedere le foto.
Ciao un abbraccio
Luis

Anonimo ha detto...

fenomeno fatti trovare su skype che ho da darti una serie di notizie!!!!!
il morto