martedì 9 marzo 2010

Capitolo CXXXXV: La California nei casini

La notizia sentita oggi e' l'ulteriore conferma che la crisi economica in cui si trovano alcuni stati, tra i quali la California, sia molto seria. E' una crisi delle casse statali soprattutto, piene di debiti, di investimenti sbagliati fatti nel passato.
Ma veniamo alla notizia. Parrebbe che se chi vive in California e decide di fare un acquisto online, su Amazon per esempio, non paga le tasse statali sull'acquisto. Perche' ? Beh perche' Amazon non ha nessun negozio o ufficio presente in California ed allora non e' tenuto a farti pagare quella tassa.
L'esperto in legge che descriveva il fenomeno diceva che il cittadino californiano che effetua tale transazione dovrebbe allora versare tali tasse nel momento di preparazione la dichiarazione dei redditi. Ma, la realta' dei fatti e' che nessuno dichiara tali acquisti e lo stato perde parecchi soldi, mica bruscolini.
Il problema e' grave, e' un problema di cultura e di leggi vecchie come il cucco (o sempre interpretate per ottenere il massimo) e nuovamente di protezionismo nuovamente. Cultura perche' le persone che comprano online sono ormai tantissime: anche noi compriamo libri, vestiti, pannolini, mobili...quasi tutto online su siti protetti. E' comodo, ti permettono di rimandare indietro il prodotto se non ti piace a costo zero e non devi perderti giornate nei negozi.
La legge e' pero' poco preparata a questi cambi epocali e ad un flusso di transazioni "extra" statali di questo tipo.
Ed infine eccovi il gigante ferito: La California, un tempo isola ricca dell'ovest, ha un buco nel budget enorme e come si sente dire in giro di questi tempi "ogni penny conta adesso". Ed allora, dopo altri stati ecco che anche la ridente California inizia la crociata contro Amazon e quella imprenditorialita' che lei stessa ha favorito in passato.
Eh.....passano i tempi.

3 commenti:

Pluto ha detto...

ed il governatore che finira' di fare danni con il prossimo novembre, invece di alzare le tasse in maniera crescente in base al redditooppure aumentar il bollo auto, fa tagli da paura all istruzione ( vedi rivolta studenti universitari) e ai servizi assistenziali per i meno abbienti

Margherita ha detto...

poveri noi che tristezza!

Marica ha detto...

non sapevo che per gli altri stati invece la situazione fosse diversa...
per gli acquisti on line dico
(io sto in california)